Iran, la figlia rientra tardi e il padre la uccide con l’ascia

Uccisa dal padre a colpi di ascia. Questo drammatico evento di cronaca si è consumato in Iran, dove una giovane donna di 22 anni è stata barbaramente ammazzata dal padre perché era tornata a casa alle 23.30. L’offender è stato arrestato.

La vita della ragazza è stata spezzata la sera del 15 giugno. Secondo una ricostruzione dei fatti, una volta tornata a casa, la giovane è stata aggredita verbalmente e fisicamente dal padre. Il massacro è avvenuto nella stanza da letto. Subito dopo aver colpito la figlia con un’ascia, l’uomo ha trasportato il suo corpo agonizzante in una zona del villaggio di Ekhtiar Abad, nei pressi di Kerman, dove l’indomani è stato ritrovato dalla Polizia. Da quanto si è appreso dai media locali, il cadavere della ragazza era completamente dissanguato.

A lanciare l’allarme, la sorella della vittima. Il giorno successivo al delitto, un’altra figlia dell’assassino si è recata a casa dei genitori e vedendo la camera della sorella chiusa a chiave si è insospettita. Dopo aver bussato svariate volte e aver provato a chiamare la giovane, non avendo ricevuto nessun segno, la sorella e la madre hanno deciso di forzare la porta. In quel preciso momento, è rientrato a casa l’altro genitore e il suo modo di fare alle due donne è apparso anomalo. L’uomo, che versava in uno stato di profonda agitazione nonché di disagio, è nuovamente andato via dalla propria abitazione.

Forzata la serratura e spalancata la porta della stanza da letto, madre e figlia si sono trovate davanti una scena terribile: a terra i vestiti della ventiduenne intrisi di sangue e su gran parte del pavimento c’erano ingenti tracce ematiche. Sul posto è arrivata la Polizia, che è riuscita ad individuare il corpo della vittima, a pochi chilometri dalla sua abitazione, dopo aver prima rintracciato il suo cellulare mediante il servizio di localizzazione.

Nell’auto del padre della giovane vittima sono state trovate tracce di sangue nel bagagliaio e sui sedili. È bastato poco alle autorità per ricostruire la dinamica del delitto e per consegnare l’omicida alla macchina della giustizia. Sembrerebbe che già qualche anno fa, l’uomo avesse cercato di uccidere sua figlia a bastonate. In quell’occasione era intervenuta l’altra figlia, che era riuscita ad evitare la tragedia sventando il tentativo di omicidio.

Luigi Cacciatori

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: