Uccide la madre a coltellate e tenta il suicidio: salvato dal 118

Tragedia a Bonate Sopra, in provincia di Bergamo, dove nella tarda serata di ieri un trentanovenne con disturbi psichici ha ucciso la madre a coltellate e poi ha provato a togliersi la vita.

La vittima, una donna di 66 anni, ha ricevuto diverse coltellate dal figlio ed è morta prima dell’arrivo dei soccorsi, a causa delle profonde ferite. L’aggressione mortale è avvenuta a casa della donna: il figlio, pare come facesse ogni sera da quando si era separato dalla moglie, era andato a trovare la madre. Tra i due sarebbe scoppiata una lite, sulle cui cause indagano gli inquirenti, e l’uomo l’ha aggredita.

Colpita con svariati colpi di fendente, la sessantaseienne non ce l’ha fatta. Forse, dopo aver realizzato l’orrore del quale si era macchiato, l’aggressore si è inflitto alcune coltellate nel tentativo di suicidarsi. Una scena del crimine agghiacciante, quella nella quale hanno dovuto accedere i soccorritori e i Carabinieri di Bergamo: l’anziana massacrata a coltellate e suo figlio ferito, ma non in modo grave. Gli uomini dell’Arma lo hanno arrestato con l’accusa di omicidio volontario ed è prevista per quest’oggi la convalida del fermo.

Luigi Cacciatori

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: