Palermo, aggressione razzista ai danni di un giovane senegalese

Aggressione razzista la scorsa notte a Palermo ai danni di un ventenne originario del Senegal, da anni residente in città. Il giovane, apostrofato come “negro di m…”, è stato picchiato da un gruppo di ragazzi a causa del colore della sua pelle. È accaduto nella centralissima via Cavour, dove in molti hanno assistito al pestaggio ma soltanto due giovani sono intervenuti per difendere la vittima dagli aguzzini. 

Grazie ai due ragazzi che non hanno esitato a prestare aiuto al ventenne è stato possibile evitare il peggio. Gli aggressori, presumibilmente dei ragazzi adolescenti, sono fuggiti poco prima che arrivasse la Polizia ma si spera che l’attività investigativa possa condurre in tempi rapidi alla loro individuazione. Il giovane è stato accompagnato da un’ambulanza del 118 presso l’ospedale Civico. La prognosi è di 10 giorni. 

La vittima ha raccontato la brutta vicenda attraverso i social, postando la sua foto dopo il barbaro pestaggio e ha sottolineato che a parte gli “animali” responsabili di averlo aggredito, a Palermo vivono tante belle persone: “Non siete tutti razzisti, a Palermo i razzisti ci sono, ma sono pochissimi”. 

Luigi Cacciatori 

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: