Usa, 3 bambini morti in una abitazione: la madre ha confessato gli omicidi

Un bambino di 3 anni e le sue sorelline, 2 anni la più grande e 7 mesi la più piccola, lunedì 20 gennaio sono stati trovati senza vita all’interno della loro abitazione, a Phoenix, negli USA. A lanciare l’allarme un parente delle vittime, che ha chiamato il 911. I soccorritori, una volta giunti sul luogo della tragedia, non hanno potuto fare altro se non provare a rianimare, senza esito, i tre minori e decretarne dunque il decesso. 

In casa, oltre al parente che ha contattato il numero di emergenza, erano presenti anche i genitori dei bambini. In un primo momento, i due hanno reso alla Polizia una dichiarazione alquanto vaga sulla modalità del decesso, affermando agli agenti che i loro figli si erano ammalati nelle ore precedenti al dramma e morti poco dopo. 

Il giorno seguente, la madre ventiduenne dei piccoli è crollata e ha raccontato agli inquirenti di aver ucciso i suoi figli senza specificare però la modalità con cui ha commesso il triplice figlicidio. I cadaveri delle vittime non presentavano segni evidenti di violenza, e soltanto l’autopsia potrà chiarire come si è consumata la tragedia. 

Luigi Cacciatori

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: