Pieve di Teco, il comandante della stazione dei carabinieri si è tolto la vita

Tragedia a Pieve di Teco, in provincia di Imperia. Nel pomeriggio di oggi il comandante dei Carabinieri della locale stazione, Antonio Zappatore, 53 anni, si è suicidato. Secondo le prime informazioni emerse, sembrerebbe che l’uomo si sia impiccato all’interno della propria abitazione a Valcona. Il militare lascia una compagna e due figlie. 

Ignoti al momento i fattori che hanno determinato il drammatico gesto. In corso i dovuti accertamenti sul caso, per ricostruire l’esatta dinamica dell’evento e le motivazioni che avrebbero indotto il comandante a togliersi la vita. 

Negli ultimi tempi, secondo quanto si è appreso dai media locali, l’uomo era apparso molto preoccupato per via delle condizioni di salute dell’anziana madre.  Le persone vicine al comandante non riescono a comprendere come sia maturata in lui la terribile decisione di togliersi la vita. Uomo di valore, discreto, taciturno, molto preparato e che amava profondamente la sua professione. Così lo ricordano i colleghi e amici di Zappatore, diventato comandante a Pieve di Teco da pochi mesi dopo che il suo predecessore era andato in pensione. 

Luigi Cacciatori 

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: