Avellino, bimbo di 4 anni ingerisce soda caustica: è grave

NAPOLI, 17 LUGLIO – Versa in gravi condizioni il bambino di 4 anni, ricoverato al Santobono di Napoli, per aver ingerito della soda caustica. Il piccolo, originario di Montoro, in provincia di Avellino, sembra che abbia bevuto accidentalmente il composto. Sul caso indagano i Carabinieri della compagnia di Baiano. 

Disperata la corsa all’ospedale più vicino. I genitori del minore lo hanno accompagnato tempestivamente presso il nosocomio Landolfi di Solofra. Dalla struttura sanitaria, visto l’aggravarsi delle sue condizioni di salute, i medici hanno disposto il trasferimento del bambino al Santobono, nel capoluogo partenopeo. In ambulanza era presente un pediatra e un medico rianimatore. 

Secondo quanto si è appreso da fonti della struttura ospedaliera, la prognosi è riservata e le condizioni del bambino destano tanta preoccupazione. Non è chiaro come sia avvenuta l’ingestione del composto chimico, che potrebbe causare lesioni gravissime nonché il decesso. 

Luigi Cacciatori

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: