Milano, maltrattamenti in un asilo: maestro di 64 anni ai domiciliari

PERO (MILANO), 29 NOVEMBRE – Ancora una volta la scuola diventa teatro di maltrattamenti ai danni dei bambini. Un maestro di 64 anni è finito ai domiciliari con l’accusa di aver perpetrato schiaffi e calci nei confronti di bimbi di età tra i due e i cinque anni. La misura cautelare, disposta dal Gip del Tribunale di Milano, è stata eseguita questa mattina dai Carabinieri.

Sarebbero 42 gli episodi di violenza accertati: l’insegnante è stato inchiodato grazie ai filmati delle telecamere nascoste, installate nelle aule della struttura. L’attività investigativa è durata circa un mese e ha permesso di far venire alla luce i comportamenti violenti dell’uomo. Le immagini visionate dai Carabinieri documentano in modo inequivocabile gli atteggiamenti del maestro: bambini sgridati in modo aggressivo, tirati per le orecchie, spintonati, scaraventati con violenza dai loro lettini, alcuni raggiunti da schiaffi e uno dei piccoli avrebbe ricevuto calci in testa. 

L’episodio più drammatico è avvenuto nei confronti di un bambino di tre anni e mezzo, che nel mese di luglio sarebbe tornato a casa con un braccio rotto. La madre del piccolo si è rivolta ai Carabinieri per sporgere una querela, che ha sancito l’avvio delle indagini. 

Luigi Cacciatori 

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: