Famiglia macedone residente in Friuli sterminata nel sonno a Debar

DEBAR, 29 AGOSTO – Una famiglia macedone residente da anni in provincia di Pordenone è stata uccisa nella notte del 27 agosto a Debar, piccolo paese della Macedonia al confine con l’Albania. I tre – madre, padre e figlia adolescente – sono stati freddati a colpi di pistola mentre dormivano, all’interno dell’abitazione nella loro città di origine.

A trovare i corpi privi di vita, secondo quanto riporta il Messaggero Veneto, sarebbe stato un parente preoccupato dal fatto che non riusciva a mettersi in contatto con loro. Entrato in casa, l’agghiacciante scoperta: Amid Pocesta, di 55 anni, la moglie Nazmije, 53 anni, e la figlia Anila, di 14 anni, uccisi nel sonno a colpi di arma da fuoco. Le vittime erano tornate nel paese di origine in occasione di un matrimonio.

Le indagini si starebbero concentrando su un parente stretto della famiglia. Risulta probabile che tra il presunto autore del triplice omicidio e Pocesta ci siano stati dei dissidi, contornati da alterchi, per questioni legate ai confini delle rispettive proprietà. Il ricercato, al momento, sembra scomparso nel nulla.

Luigi Cacciatori  

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: