Napoli, estorsione e usura ai danni di transessuali e prostitute: 8 arresti

NAPOLI, 31 LUGLIO – Otto persone sono state arrestate dai Carabinieri con l’accusa di estorsione e usura ai danni di prostituite e transessuali. A capo del sodalizio, presumibilmente affiliato al clan Mazzarella, c’era una donna residente nel quartiere San Giovanni a Teduccio.

Le vittime, che si prostituivano nella zona orientale di Napoli, avevano posti stabiliti dai membri dell’organizzazione. Sotto minacce e violenze veniva imposto il pagamento di 30 euro al giorno. Tre degli indagati, inoltre, pretendevano il pagamento del ‘pizzo’ da alcune ragazze provenienti dall’Est Europa. Le giovani venivano minacciate: per loro si sarebbero prospettate percosse fisiche qualora non avessero eseguito le disposizioni impartite.

Il giro di ‘affari’ degli arrestati si estendeva anche all’elargizione di prestiti a tassi usurari.

Luigi Cacciatori

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: