Udine, omicidio-suicidio: ottantenne spara alla moglie e poi si toglie la vita

UDINE, 13 GIUGNO – Un architetto di 80 anni ha ucciso la moglie, di anni 64, sparandole un colpo di pistola alla nuca e poi si è tolto la vita. L’omicidio-suicidio si è verificato questa mattina in uno studio notarile di Udine. Secondo le prime informazioni emerse, i due erano separati da tempo e nella mattinata di oggi si erano recati dal notaio per la stipula di un atto di vendita di un bene immobile del quale erano comproprietari.

Sotto shock le persone che in quel momento erano presenti nell’ufficio del notaio. Sul posto Polizia e Carabinieri per l’espletamento delle formalità di rito. Dalla ricostruzione fornita dai presenti, l’uomo al momento della firma dell’atto ha estratto l’arma da fuoco e ha sparato alla moglie, colpendola alla nuca. Subito dopo l’efferatezza si è diretto in un’altra zona della stanza e ha rivolto la pistola contro se stesso, uccidendosi.

Sembrerebbe che nella sparatoria sia rimasto ferito, fortunatamente in maniera lieve, anche uno degli avvocati che stava seguendo il rogito.

Luigi Cacciatori

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: