Firenze, tenta di strangolare la compagna e poi la violenta: arrestato

FIRENZE, 5 APRILE – Un uomo di 42 anni è stato arrestato dai Carabinieri con l’accusa di aver tentato di uccidere la compagna e di averla costretta a subire un rapporto sessuale, minacciandola con un coltello.

L’aggressione è avvenuta nella serata di ieri a Lastra a Signa, in provincia di Firenze. La vittima si è rivolta questa mattina agli uomini dell’Arma per denunciare l’accaduto. Poche ore dopo, eseguiti gli accertamenti del caso, il pm di turno ha disposto l’arresto immediato.

Da quanto emerso, tre giorni fa la vittima aveva cacciato di casa l’uomo a seguito di un litigio scaturito per motivi economici. Il quarantunenne, disoccupato e con precedenti per droga, ieri sera si è presentato a casa della donna. È scaturita un’accesa discussione, le ha tolto i pantaloni del pigiama e glieli ha stretti al collo nel tentativo di strangolarla. Quando la compagna ha implorato di non ucciderla, l’aggressore si è recato in cucina, ha prelevato un coltello e glielo ha puntato alla gola, costringendola a subire un rapporto sessuale non consenziente.

L’uomo è stato trasferito nel carcere di Sollicciano, a disposizione dell’autorità giudiziaria. È formalmente accusato di tentato omicidio e violenza sessuale.

Luigi Cacciatori

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale, mentre attualmente è laureando in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un Master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale, mentre attualmente è laureando in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un Master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: