California, 13 figli incatenati e segregati in casa: arrestata coppia di genitori

NEW YORK, 16 GENNAIO – Scoperta casa degli orrori in California. Una coppia di coniugi è stata arrestata con le accuse di sequestro di persona e di minori, reati di maltrattamento e di tortura. Secondo quanto appreso, i due hanno tenuto segregato in casa tredici figli in condizioni disumane: incatenati ai letti, malnutriti e disidratati.

Quella che sembra la trama di un horror holliwoodiano è stata invece la drammatica, ma reale situazione, che hanno constatato gli agenti di Polizia intervenuti grazie alla segnalazione di una figlia diciassettenne della coppia, riuscita a fuggire dallo stato di prigionia.

Le vittime hanno un’età compresa tra i due e i 29 anni. Sono state tutte ricoverate in ospedale e verserebbero in una condizione di rilevante sofferenza. Per anni sono state tenute legate ai letti e al buio, hanno ricevuto una scarsa alimentazione, e senza la possibilità di contatto con il mondo esterno.

La coppia è stata arrestata e sembrerebbe che non abbia saputo indicare agli inquirenti il perché di tale atrocità. È stata aperta un’inchiesta per tortura e fissata una cauzione di nove milioni di dollari.

Luigi Cacciatori

Immagine da corriere.it

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: