Riccione, strangolò la sua ex compagna: condannato a 30 anni di reclusione

RICCIONE, 11 DICEMBRE – Condannato a 30 anni di reclusione con il rito abbreviato, Michele Castaldo, cinquantaseienne siciliano che il 6 ottobre 2016 uccise la sua ex compagna, strangolandola nel suo appartamento di Riccione.

L’omicida aveva confessato il delitto, avvenuto al culmine di un violento litigio scaturito per l’eccessiva ed insana gelosia dell’uomo. Le ultime parole di Castaldo rivolte alla vittima, commessa quarantaseienne di origine moldava, secondo quanto ammesso dal reo confesso agli inquirenti, furono: “Se non sarai mia non sarai di nessun altro”.

La sentenza di condanna è stata decretata nella mattinata di oggi. Il giudice ha accolto tutte le richieste del Pubblico Ministero, condannando Castaldo anche al risarcimento delle parti civili e a cinque anni ulteriori di sorveglianza speciale a fine pena.

Luigi Cacciatori

Immagine da bergamonews.it

Profilo dell'autore

Luigi Cacciatori
Luigi Cacciatori
Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

Luigi Cacciatori

Giornalista pubblicista. Ha una laurea in Economia Aziendale e successivamente ha conseguito una seconda laurea in Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza. Appassionato di Crime e studi sull'omicidio seriale, ha conseguito un master in Criminologia presso l’Università "Sapienza" di Roma. Collabora con la testata giornalistica InfoOggi.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: